07. settembre 2020 - 10:00 fino 10:00
Regno delle Due Sicilie, Napoli
Condividi su:

7 settembre 1860 , battesimo della criminalità "organizzata". | lunedì, 07. settembre 2020

REGNO delle DUE SICILIE



Il 7 settembre del 1860 deve essere ricordato alla storia come il



BATTESIMO della CAMORRA



Prima di quella data, quei TRADITORI che chiamiamo comunemente camorristi, erano solo delinquenti, come ne esistono in ogni stato.



Marcivano nelle Patrie galere e non contavano nulla.



Poi, quando vi fu il COLPO di STATO massonico del 1860, furono chiamati a raccolta dalle galere e fu proposta loro una seconda vita.



Il patto fu semplice ed estremamente irrinunciabile :

Si trattò di barattare la libertà dal carcere con un servizio al nuovo potere massonico .



Già questo sarebbe bastato per accettare.



Ma per rendere più stabile ed organico al nuovo stato, tale corpo di mercenari paramilitari, fu offerta loro, totale IMPUNITA da ogni delitto da essi compiuto, attraverso i quali avrebbero potuto sostentarsi.



Insomma l'anello su cui poggia questo potere organico allo stato è quello che passa dalla magistratura.



Insomma licenza di uccidere e di compiere delitti per autoalimentarsi senza che figuri da nessuna parte un pagamento per i loro "servizi".



Pirati organizzati e piazzati al di fuori dello stato con il compito di garantire al potere massonuco la propria permanenza in una Terra palesemente ostile.



Per averne una idea, basta vedere come al giorno d'oggi, dopo aver conquistato Iran, Afghanistan etcetera, si usa fare per garantire incolumità alle truppe di invasione ed occupazione : si usano gli stessi civili senza scrupoli, assassini incalliti senza nulla da perdere e che conoscono bene il proprio territorio, liberati dalle galere ed a cui si fa arrivare droga, armi e impunità da ogni loro illecito da cui essi traggono denaro per vivere.



Sono mercenari non pagati ma liberi di pagarsi da vivere con i propri delitti.



Il loro servizio è uno solo : proteggere il potere occupante.



Nella immagine, si vede il momento dell'accordo tra una maschera della massoneria, tal liborio romano, un TRADITORE che invece di fare il suo mestiere di questore di polizia, brigò per stendere i tappeti rossi ai mercenari della massoneria inglese in camicette rosse.



Il patto avvenne negli uffici della questura di Napoli, un pomeriggio infausto del



23 di giugno 1860 alle 17.00.



Ma la sua inaugurazione può essere considerata il 7 settembre dello stesso anno, quando rese il suo primo servizio alla massoneria che spingeva per imporsi al posto della Nostra SOVRANITÀ.



Simulare festeggiamenti ed intimidire la popolazione con ogni mezzo, permettendo l'ingresso al mercenario dentro la Nostra Capitale.



Per questo i camorristi di oggi è di sempre vanno considerati dei TRADITORI



È pattume umano che pur parlando la nostra stessa lingua, conosce bene il territorio e lo mette a disposizione del vero potere massonico e senza morale.



Chi "sgarra" , ossia non rispetta quel patto militare, non fa a tempo a capire che è già sotto terra sostituito da un altro TRADITORE camorrista .



Le forze dell'ordine svolgono la parte "legale" della vicenda, limitate ai ladri di polli.



Ogni volta che vedete "autorità" ed "istituzioni" celebrare la data del 7 settembre, capirete perché si celebrano.



NOTA BENE. :



Ogni immagine dei Nostri aguzzini e TRADITORI, su questa pagina, presto ovunque anche fuori da questa pagina, sarà sempre capovolta a testa in giù.