16. maggio 2017 - 9:00 fino 20:00
Condividi su:

Verso gli Stati Generali della Scuola Digitale | Fiera di Bergamo - Ente Fiera Promoberg | martedì, 16. maggio 2017

Dopo il grande successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di ben 1.300 docenti e dirigenti scolastici provenienti da tutta Italia, tornano a Bergamo gli Stati Generali della Scuola Digitale, giornata di condivisione, di riflessione e di dibattito sulle tematiche della scuola digitale.

La Fiera di Bergamo - Ente Fiera Promoberg, martedì 16 Maggio a partire dalle ore 9:30, diventerà il punto di incontro e di confronto tra le migliori esperienze della scuola del futuro, incrociando le aspettative delle imprese e in particolare delle realtà più evolute dell’Industria 4.0, in aperto dialogo con il Ministro Valeria Fedeli, lo staff dirigenziale del MIUR Social e gli organizzatori: #ComunediBergamo, Ufficio Scolastico per la Lombardia di Bergamo, Associazione Centro Studi Impara Digitale.

L’intensa giornata di lavoro intende mettere a fattor comune le buone pratiche e definire una strategia condivisa per una scuola innovativa, dare voce alla comunità scolastica, affrontare gli argomenti relativi al cambiamento in atto nella scuola, al rapporto scuola-mondo del lavoro, alle competenze digitali e soft skills nella prospettiva dell’industria 4.0. Un comparto strategico per il futuro dei giovani e dell’industria italiana.

Il programma
Il programma della giornata è molto articolato: dopo l’apertura istituzionale, nella quale intervengono il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, la dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani, il Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Sabrina Bono e il Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Delia Campanelli si entrerà nel vivo dei contenuti con un approfondimento sul tema Scuola, lavoro, competenze digitali e soft skills. La scuola verso l’industria 4.0: quali competenze per quale società?

La sessione, condotta da Francesco Sacco – Co-promotore di Agenda Digitale Europea, docente dell’ Università Bocconi di Milano e dell’ Università degli Studi dell'Insubria di Varese vedrà protagonisti Agostino Santoni – Amministratore Delegato Cisco Italia, Stefano Quintarelli – Imprenditore Innovativo, Francesca Fedeli – Fondatrice Fight The Stroke, Valerio Saffirio – Amministratore Delegato Orange Comunicazione e fondatore di Rokivo, Dianora Bardi – Presidente Centro Studi ImparaDigitale.

A seguire, le Premiazioni delle Olimpiadi nazionali del videogioco nella didattica , organizzate a Bergamo il 14 Gennaio presso la scuola primaria Locatelli, dove ben 71 squadre composte da 2 a 4 ragazzi ciascuna, si sono sfidate sulla produzione di videogiochi a scopo didattico sul tema dei numeri.

Contemporaneamente nella galleria centrale, sarà possibile interagire con docenti e studenti che allestiranno i CORNER DELLE SCUOLE: il videogioco nella didattica, esperienze di progettazione partecipata di “Architetti nelle classi”.

In parallelo, Marcella Jacono Quarantino dell’Associazione Centro Studi ImparaDigitale e Giuseppe Riva, Docente dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore presenteranno i risultati del Monitoraggio sulle metodologie attive nella didattica all’interno di una didattica per competenze (svolto sugli iscritti al “Curriculum mapping”) e La scuola dell’innovazione vista dai docenti italiani: con la presentazione dei progetti vincitori degli hackathon svolti da ImparaDigitale in tutta Italia nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 e la Simulazione di un colloquio di lavoro.

Dalle ore 13,30 alle 16,30 i partecipanti avranno la possibilità di offrire il proprio contributo, partecipando attivamente ai 14 Tavoli di Dibattito, nei quali sarà possibile confrontarsi sui seguenti temi:
1. La scuola delle competenze o la scuola delle conoscenze per la nuova società.
2. Quali tecnologie per quale didattica nella scuola di oggi.
3. Il cambiamento degli ambienti ha portato a un vero cambiamento della didattica?
4. Il digitale a scuola: è un’attività “altra” rispetto alla didattica giornaliera o è divenuta strutturale?
5. Valutare: cosa e come.
6. Le tecnologie digitali favoriscono o rallentano l’apprendimento delle abilità di base (leggere, scrivere, far di conto) indispensabili per acquisire competenze?
7. I libri digitali possono costituire un valore aggiunto per favorire i processi di inclusione?
8. Il protagonismo degli studenti: come lo si attua nella scuola di oggi.
9. I libri di testo (e-book o cartacei?) e le fonti digitali: come gli studenti acquisiscono e rielaborano conoscenze: riflessione, senso critico, capacità di selezione.
10. Piattaforme per condividere, collaborare, co-creare, interagire: come hanno trasformato il rapporto docente-studente.
11. Robotica, coding, realtà aumentata, pensiero computazionale… sono davvero entrati nella didattica quotidiana? Come?
12. La scuola di oggi e l’industria 4.0: quali competenze per quale società, come oggi la scuola affronta questi cambiamenti.
13. Formare e formarsi: dalle competenze digitali alla didattica interattiva e per competenze.
14. PON, Bandi: come progettare e come programmare nella scuola di oggi. Una nuova organizzazione.
Ogni tavolo avrà un facilitatore (alcuni provenienti dal MIUR, altri candidati tra il pubblico) e un segretario che sintetizzerà il dibattito.
Facilitatori del MIUR:
- Prof. Salvatore Giuliano, Tavolo 2 “Quali tecnologie per quale didattica nella scuola di oggi”
- Dott.ssa Antonella Tozza, Tavolo 11 “Robotica, Coding, realtà aumentata, pensiero computazionale…sono davvero entrati nella didattica quotidiana? Come?”
- Prof.ssa Lucia Margherita Scalas, Tavolo 13 “Formare e Formarsi: dalle competenze digitali alla didattica interattiva e per competenze”
- Dott.ssa Simona Montesarchio, Tavolo 14 “PON, Bandi: come progettare e come programmare nella scuola di oggi. Una nuova organizzazione”
I dibattiti saranno trasmessi sulla rete per permettere una interazione più ampia da parte del pubblico virtuale.
A partire dalle ore 16, le conclusioni dei lavori dei Tavoli saranno discussi e condivisi con la Ministra Valeria Fedeli e il Capo di Gabinetto Sabrina Bono del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, moderati da Luca De Biase, giornalista de Il Sole 24 ORE